Economia della malattia

Pubblicato da Redazione il 26 Aprile 2006
Rubrica:

Il seguente articolo è stato scritto da un americano e tratta dell'economia degli Stati Uniti, tuttavia è facile comparare quanto esposto con la situazione italiana, vedere le similitudini e trarne le debite conclusioni personali.

Economia della malattia: in che modo l'economia degli Stati Uniti poggia sul "trattamento" di malattie croniche

NewsTarget.com, 4 aprile 2006, di Mark Adams

Questo è un articolo sull'economia della malattia. È un termine che ho coniato poiché non ho trovato altri termini esistenti per descrivere ciò che sto osservando nella nostra economia odierna. La chiamo economia della malattia poiché una grande percentuale di attività e di crescita economica che vedo in questo paese è basata sulla produzione su scala industriale, sul marketing e sulla vendita di prodotti e servizi basati sulla malattia. Vale a dire, prodotti e servizi che causano le malattie e che poi "curano" quelle malattie.

Come faccio a sapere che oggigiorno siamo in un'economia della malattia? Puoi osservarlo da te. Vai in giro per qualsiasi città degli Stati Uniti e puoi vedere cosa sta succedendo. Dai uno sguardo alle nuove costruzioni. Cosa ci sarà lì? Se è un complesso di uffici, ci sono probabilità che sarà un edificio per un ambulatorio medico. Se è sull'angolo di una strada, probabilmente diventerà una farmacia - probabilmente una Farmacia CVS (catena farmaceutica americana con oltre 5.400 negozi in 37 stati USA, ndr) o una nuova Walgreens (altra catena farmaceutica americana, ndr) oppure una nuova farmacia Wal-Mart drive-through (farmacie dove si acquista stando in macchina, tipo drive-in). Sono così remunerativi che ora si vedono farmaci perfino nei negozi di drogheria. Quando entri in una drogheria e guardi cosa c'è in vendita, stai osservando con attenzione l'attività economica in questo paese. Principalmente vedi prodotti che favoriscono la malattia, grazie ai loro ingredienti che causano la malattia.

Naturalmente l'economia della malattia promuove le industrie di Big Pharma. Queste sono le produttrici farmaceutiche in questo paese, e sono grandi corporazioni globali. La vendita dei farmaci è un'industria da mille miliardi di dollari. È una statistica stupefacente. Qui negli Stati Uniti, alcune delle nostre imprese più grandi sono aziende farmaceutiche. Recentemente ho sentito che l'amministrazione Bush si è molto eccitata alla notizia che stiamo avendo una crescita economica in questo paese. L'economia cresce, i soldi cambiano mano, e questo è tutto ciò che gli economisti in realtà esaminano quando calcolano il prodotto interno lordo. Esaminano semplicemente il numero totale di dollari che ha cambiato mano.

Un'economia basata sul pagare per la cura delle malattie

Ad ogni modo, se guardi la qualità dei prodotti e dei servizi offerti in cambio per questi dollari, realizzerai che c'è qualcosa di sbagliato qui, poiché ciò che stiamo facendo è basare la crescita della nostra economia sulla crescita delle malattie croniche e degenerative. Stiamo basando la nostra economia sull'idea che possiamo curare sempre più persone con farmaci e servizi medici, continuando nel frattempo a vendere loro bibite analcoliche e fast food, chiamando tutto ciò crescita economica.

Questo mi porta al punto più importante di questo articolo: negli Stati Uniti o in qualsiasi altro paese, non possiamo creare abbondanza vendendoci l'un l'altro sempre più prodotti e servizi costosi che promuovono la malattia. In altre parole, non possiamo creare abbondanza avvelenando noi stessi. L'idea stessa è assurda. Il nocciolo della crescita economica è quello di creare un'abbondanza economica, e se dai uno sguardo alle definizioni classiche di crescita economica, parlano di fornire alla gente una maggior quantità di beni e servizi in modo più efficiente. Ci si aspetta che quei beni e servizi migliorino la qualità della vita di quella gente.

In passato, gli argomenti della mano invisibile dell'economia (secondo Adam Smith la mano invisibile del libero mercato è quel meccanismo che lo governa, ndr) erano che se permetti agli imprenditori di competere in un mercato libero, essi escogiteranno modi intelligenti ed efficienti di creare, produrre e consegnare ai consumatori beni e servizi che in definitiva migliorerebbero la qualità della loro vita. Questo è assolutamente vero, e gli Stati Uniti lo hanno fatto con grande successo. Il mercato libero funziona nel realizzare questa cosa, ma quello che stiamo osservando adesso è qualcosa che va oltre ciò che gli economisti della vecchia guardia avrebbero mai concepito. Stiamo osservando un'economia sempre più basata su beni e servizi che non aggiungono ma, piuttosto, sottraggono alla qualità della vita dei consumatori. Stiamo osservando imprenditori e persone intelligenti e creative che trovano nuovi mezzi per commercializzare prodotti che danneggiano la gente e la chiamano redditività o crescita economica.

Lo vediamo piuttosto sfacciatamente nell'industria farmaceutica, dove i creativi del marketing continuano a venir fuori con nuovi, assurdi modi di vendere farmaci alla gente mediante la pubblicità televisiva direttamente al consumatore. Alcune di queste pubblicità sono assolutamente idiote per quanto riguarda ciò che promettono. Nonostante ciò, sono efficaci nel creare la richiesta. Vendono i prodotti, ma questi prodotti non aiutano i consumatori.

Vediamo, inoltre, un sacco di prodotti commercializzati e venduti ai consumatori che danno benefici a breve termine, come il gusto di un hamburger o il gusto delle patatine fritte, che durano circa 10 secondi, ma hanno conseguenze dannose a lungo termine, come obesità, malattie cardiache, disturbi mentali, cancro e diabete. Queste malattie in larga misura sono il risultato del consumo prolungato di cibi vuoti dal punto di vista nutrizionale.

Senza dubbio, l'economia USA investe pesantemente nella malattia. Dettaglianti come Walgreens hanno appreso l'arte di vendere prodotti su entrambi i lati dell'equazione. Nella parte anteriore del negozio, Walgreens vende prodotti junk food (letteralmente cibo spazzatura; cibo stuzzicante ma non molto sano, come le merendine ricche di grassi ma povere di vitamine, ndr), bibite analcoliche, dolciumi e un mucchio di cibo che non ha valore nutritivo. Al fondo del negozio, vendono farmaci con prescrizione medica obbligatoria, farmaci che curano i sintomi di malattie che in definitiva sono causate dalle scelte dieteticamente povere della gente e dal loro consumo di merendine. Walgreens ha veramente afferrato questo. Ti vendono il problema e la cura, tutto nello stesso negozio. Uno dei motivi per cui Walgreens è un business così incredibilmente di successo è che ha appreso l'arte di vendere prodotti ai consumatori come parte dell'economia della malattia. È un fiore all'occhiello dell'economia della malattia, forse ancor di più delle aziende farmaceutiche.

L'illusione di salute nell'economia della malattia

Una delle cose più bizzarre dell'economia della malattia è che i consumatori malati pensano di andare bene poiché possiedono azioni di società che vendono i prodotti che li danneggiano. Questo mi affascina. Un tizio che sta morendo di cancro o che soffre di una malattia cardiaca a causa dei prodotti che ha consumato per anni, crede di andare bene poiché possiede azioni di grandi società produttrici di cibo o di grandi società farmaceutiche. Forse possiede azioni di una nuova tecnologia medica, o forse è un partner nella clinica locale. I suoi investimenti stanno andando alla grande, ma lui sta morendo, e sta morendo di malattie degenerative che possono essere prevenute.

Questo è ciò che sta succedendo in tutto il paese, non a una sola persona, ma a milioni di persone - forse centinaia di milioni - che credono che l'economia sta migliorando e che forse hanno un buon impiego per il fatto che lavorano per una società farmaceutica. Credono di avere dei buoni investimenti adesso, poiché hanno azioni dei produttori di junk food. Pensano che finanziariamente stanno andando bene, ma indovina? Stanno consumando i prodotti loro stessi e stanno morendo. Stanno morendo di malattie degenerative a un ritmo che non è mai stato visto nella storia dell'uomo. Ciò dimostra il mio ragionamento: non possiamo creare abbondanza vendendoci l'un l'altro sempre più prodotti e servizi costosi che ci danneggiano l'un l'altro.

Ad ogni modo, non intendo escludere tutte quelle società chimiche che producono pesticidi, diserbanti, anticrittogamici, prodotti tossici per la pulizia della casa e l'igiene personale. Molte di quelle aziende che curano la pelle sono semplicemente dei produttori chimici con un marketing attraente e con un mucchio di donne in camice bianco che ti vendono prodotti che in realtà danneggiano la tua salute; che contengono ingredienti che causano letteralmente il cancro e malattie al fegato. La gente pensa che la nostra economia è fiorente, invece stiamo tutti morendo di malattie croniche. Com'è che il 50 percento dei nostri anziani negli Stati Uniti hanno la pressione alta? Com'è che il 40 percento dei nostri anziani sono clinicamente obesi? Mi viene voglia di scommettere che una simile percentuale può avere disturbi del sistema nervoso oppure soffrire del primo stadio di demenza da Alzheimer. La maggior parte di loro stanno probabilmente metabolizzando qualche forma di cancro proprio ora, anche se può non essere stato ancora diagnosticato.

Siamo una nazione di individui malati, e la malattia inizia molto presto. Ci sono bambini di dodici anni con l'arteriosclerosi. Ci sono adolescenti con osteoporosi, mentre adesso l'obesità tra gli adolescenti è comune. Infatti, il diabete è diventato così grave tra i giovani che gli hanno dovuto cambiare nome. Prima si chiamava così. Ora lo chiamano diabesità, e riguarda bambini, adolescenti e adulti allo stesso modo.

Il ritorno alla salute manderebbe in bancarotta l'economia

In questo paese abbiamo creato così tanta malattia, e abbiamo basato la nostra economia su di essa ad un punto tale che, francamente, non possiamo sbrogliare questa situazione senza causare ristrettezze economiche. Se domani ci fosse una cura per il cancro, il diabete oppure per le malattie cardiache, dove una persona potesse avere una bacchetta magica e istantaneamente eliminare queste malattie, e se tutte le persone della nazione lo facessero domani, la verità è che la nostra economia nazionale crollerebbe durante la notte. Crollerebbe poiché c'è così tanto denaro, così tanti immobili, così tanta istruzione e perizia e ricerca investiti nella malattia che non potremmo sopravvivere finanziariamente in una economia basata sulla salute e l'abbondanza, per lo meno non nel modo in cui le cose sono configurate oggi.

Non potremmo sopravvivere economicamente in un'economia basata sulla salute vera. In questa nazione abbiamo investito talmente nella malattia che abbiamo davvero un'economia della malattia, e affinché quell'economia cresca, bisogna aumentare il numero delle persone malate, ampliare la definizione di malattia oppure aumentare il numero di persone trattate con prodotti altamente lucrativi che mascherano la malattia. Tutte e tre queste cose stanno succedendo ora.

Corruzione nell'economia della malattia

Sul libro paga delle industrie farmaceutiche ci sono esperti facenti parte delle commissioni della FDA che deliberano sulla sicurezza dei farmaci, i quali non rivelano i loro conflitti di interesse. Essi prendono le decisioni che ampliano la definizione di malattia. Un caso classico di ciò fu quando i valori del colesterolo furono abbassati da 130 a 100 per creare istantaneamente 10 milioni in più di americani diagnosticabili con colesterolo alto in modo da poterli trattare con farmaci statinici.

Abbiamo la crescita ridicola (e scientificamente disonesta) dei disturbi psichiatrici o cosiddette malattie della chimica cerebrale, che in realtà non hanno nulla a che vedere con la chimica, ma hanno tutto a che vedere con l'espansione del mercato dei farmaci psichiatrici. Il modo per espandere il mercato non è quello di sedersi e aspettare che la gente abbia dei disturbi mentali. Quello che si fa è cambiare la definizione dei disturbi mentali e crearne di nuovi.

In questo momento uno dei più grandi problemi è la commercializzazione del disturbo da deficit di attenzione e iperattività negli adulti, o ADHD degli adulti. È una malattia truccata. Quali sono i sintomi di questa malattia? Hai troppe cose in mente, non riesci a seguire tutto quello che deve essere fatto e vieni facilmente distratto. Quale adulto non soddisfa questi criteri? Tutti noi ricadiamo in essi, poiché la società moderna è un luogo indaffarato. In base alla definizione dell'industria farmaceutica, e perfino alla definizione offerta dalla comunità psichiatrica, soffriamo tutti di malattie mentali e dobbiamo essere curati con farmaci.

Questo è un modo per espandere l'economia della malattia. Questo è un modo per mantenere quei profitti in crescita e quegli azionisti felici di aver investito in quella data azienda. La maggior parte di noi qui in America ha investito nell'economia della malattia, in un modo o nell'altro. Dai un'occhiata al tuo portafoglio pensionistico, se sei fortunato abbastanza da averne uno, e probabilmente scoprirai che possiedi qualche percentuale di qualche società che ha investito nella malattia. Interessante, vero?

Trasformare l'economia della malattia nell'economia della salute

Ce n'è abbastanza per quanto riguarda il problema; e per quanto riguarda la soluzione? Come risolvere l'economia della malattia, sfidarla e trasformarla in economia della salute, un'economia salutare o un'economia abbondante? Per farlo, bisogna capire in che modo rendere lucrativa la salute. Come si fa a rendere lucrative le persone sane quando c'è così tanto denaro nel trattare disfunzioni e malattie croniche e così tanti soldi nell'assuefare la gente per tutta la vita ai farmaci da prescrizione? Come nazione, come si ottiene un profitto dalla gente sana?

Affrontiamo la cosa: se le persone sono sane, specialmente nella vecchiaia avanzata, non sono più clienti delle cliniche che vengono costruite in tutto il paese. Non sono più clienti delle farmacie Walgreens, CVS o Wal-Mart. Non ci sono più clienti per chirurghi, medici, specialisti del cibo o dottori dell'Alzheimer. Questo è il motivo per cui credo che in questo paese non ci sia alcun genuino investimento nella prevenzione della malattia. Non c'è affatto nessun investimento, poiché la prevenzione della malattia è l'ultima cosa che questa economia della malattia desidera.

Come si fa a rende proficuo il mantenere le persone in salute? La risposta a ciò arriva dall'istruzione, e questo è il motivo: quando una persona è istruita, sia essa un'educazione nelle arti, nelle scienze o in altri reami, essi vivono più a lungo e più sani. Mantengono le loro funzioni cerebrali, e rimangono membri produttivi della società, non importa quanto a lungo vivano. Possono produrre qualcosa che beneficia altri membri della società a 70, 80, 90 anni. Gli individui sani possono invecchiare con grazia e mantenere sane funzioni cognitive. Possono produrre cose direttamente, come scrivere un libro, o possono aiutare a insegnare ad altri. Possono perfino essere i mentori di giovani imprenditori, i quali possono beneficiare della loro esperienza apprendendo come produrre, commercializzare o vendere qualcosa di utile.

D'altro canto, un individuo non educato tende di più ad essere un consumatore che non un produttore di cose di valore, poiché non ha un bagaglio, l'educazione o l'esperienza per essere un membro produttivo della società. Se non si istruisce il popolo, diventano tutti consumatori e non produttori. È quando la gente è bloccata nello stato di consumatore che può essere lucrativa per l'economia della malattia. Ma quando il pubblico è istruito, divento molto più lucrativo tenere le persone in salute. Si potrebbero aggiungere 20 o 30 anni di produttività alla vita delle persone, il che significa che si potrebbe incrementare la produttività dell'intera nazione forse dal 15 al 20 percento, che è una grande quantità. Non ci sarebbe più bisogno di basarla sulla malattia, ma si potrebbe basarla sulla salute. Abbiamo bisogno di un'economia della salute basata sulla prevenzione della malattia e collegata all'istruzione autentica.

Pensa a quello che produciamo negli Stati Uniti in comparazione agli altri paesi. Mentre triboliamo continuamente nella nostra economia della malattia e inventiamo un nuovo super estremo nacho Doritos (piatto messicano piccante, ndr) e saltiamo fuori con un nuovo farmaco da prescrizione che altera la chimica cerebrale nei bambini, negli altri paesi gli studenti a livello di genii stanno facendo qualcosa di veramente utile. In Giappone, per esempio, stanno inventando un'industria completamente nuova, che credo dominerà l'economia mondiale. Sarà più grande di quanto l'industria del computer e dell'automobile siano mai state. È l'industria della robotica.

Nei prossimi 20 o 30 anni l'industria della robotica sarà assolutamente vasta. Il Giappone è almeno 10 anni più avanti degli Stati Uniti in questa industria chiave. Come mai? Perché gli studenti giapponesi sono ben istruiti. Essi hanno anche la tendenza ad avere una salute di gran lunga migliore degli studenti americani. In India stanno inventando nuove tecnologie informatiche e nuovi sistemi di servizio ai clienti che stanno facendo defluire il lavoro via dagli Stati Uniti poiché lo fanno più velocemente, a un prezzo inferiore e con una qualità similare, ma per meno soldi e con costi per cure sanitarie di gran lunga inferiori.

Complessivamente, la nostra economia della malattia semplicemente non può competere con le economie globali che producono qualcosa di veramente utile. Vuoi le prove di questo? Osserva cosa sta succedendo alla General Motors. La General Motors sta chiudendo. La General Motors probabilmente si sta dirigendo verso il fallimento. Una delle più grandi società mai prodotte dagli Stati Uniti sta andando in fallimento. Come mai? Secondo me, la risposta è che la General Motors sta spendendo di più in assicurazioni contro le malattie di quanto spende in acciaio. Stanno operando in un'economia della malattia, e in un'economia della malattia i lavoratori costano troppo perché sono malati e bisogna coprire i costi per curare tutta quella malattia, quindi abbiamo assicurazioni contro le malattie per tutti quei lavoratori. I costi di assicurazione contro le malattie degli Stati Uniti sono i più alti di qualsiasi nazione al mondo. (È del 16 aprile la notizia che General Motors spende 17 milioni all'anno per pagare le prescrizioni di Viagra e altri farmaci ai suoi dipendenti. A riprova di quanto qui affermato, nell'articolo del Corriere della Sera del 16 aprile 2006 si legge che "nel 2005 il colosso delle auto ha riportato perdite per 10,6 miliardi di dollari, a causa appunto del forte rialzo delle spese per l'assistenza sanitaria", ndr)

Non solo negli Stati Uniti abbiamo lavoratori sotto-istruiti, sono anche sovra-malati. Abbiamo un'economia della malattia, quindi pensiamo che stiamo creando abbondanza vendendoci l'un l'altro cure, prodotti e servizi costosi per la malattia. Le industrie vere, come la produzione di automobili, stanno scomparendo. La Toyota è intelligente. Sta per dominare l'industria dell'automobile. Personalmente, non guiderò nient'altro che una Toyota. Toyota è il miglior veicolo tradizionale del mondo. È interessante che presto Toyota produrrà anche robot. Il Giappone non ha un'economia della malattia. Il Giappone ha un'economia con una buona dose di innovazione. Infatti l'innovazione è fiorente in tutta l'Asia. Loro non hanno un'economia della malattia. Hanno un'economia basata sull'innovazione dove per essere pagati devono produrre qualcosa di veramente utile.

Le nazioni intelligenti investiranno in prevenzione

Ebbene, a un certo punto queste nazioni, dal momento che adottano lo stile di vita occidentale e diventano più ricche e iniziano a consumare più prodotti di carne di manzo e junk food, possono diventare benissimo delle economie della malattia. Ma alcune nazioni saranno intelligenti su questo punto e inizieranno a investire in prevenzione. Per esempio, qualsiasi nazione che, proprio ora su questa terra, permette che le sigarette siano vendute alla sua popolazione sta commettendo una specie di autodistruzione. È come un suicidio nazionale. Quale nazione vorrebbe che i suoi cittadini fumino sigarette in modo da dimezzare le loro vite, creare enormi costi sanitari e allo stesso tempo ridurre la loro produttività a lungo termine?

Poi ci sono nazioni come Singapore. Singapore sta facendo alcune cose molto intelligenti, e l'istruzione è una di esse. Singapore ha una popolazione molto sveglia e un'economia fiorente basata su abbondanza reale e non sulla malattia. Naturalmente, si dice: "Singapore è quasi uno stato di polizia. E i diritti personali?" Questo è un argomento enorme. Le persone dovrebbero avere il diritto di fumare fino a morirne? Dovrebbero avere il diritto di bere bibite analcoliche fino a diventare così obese da avere bisogno di sostituire le ginocchia e chiedere di essere ricoverate da Medicare (servizio sanitario statale)? Alle persone dovrebbe essere permesso di mangiare junk food tutto il giorno, di evitare l'esercizio fisico e in seguito avere una disfunzione cardiaca che necessita un trapianto di cuore pagato da altri contribuenti o altri partecipanti nella loro compagnia assicurativa? Queste sono domande a cui non posso rispondere in questo articolo. Tutto quello che posso dire è che qualsiasi nazione che basa la propria economia sul "rendere malati" i propri cittadini alla fine è condannata al crollo economico. Questo è esattamente dove si sta dirigendo l'economia degli Stati Uniti, verso un crollo economico sicuro.

Stiamo perdendo la nostra salute. Stiamo perdendo le nostre menti. Stiamo perdendo la nostra base economica autentica. Stiamo perdendo la nostra produzione. Stiamo perdendo il nostro vantaggio scientifico. Stiamo perdendo la nostra istruzione, e stiamo perdendo il valore intrinseco della nostra riserva monetaria poiché il dollaro USA continua a scivolare. Cosa ci rimane? Dunque, ci sono sempre le farmacie Wal-mart e Walgreens. Datemi una barretta di Snickers. Se non riesci a dormire puoi sempre acquistare dei sonniferi. Se non riesci a svegliarti al mattino puoi sempre bere del caffè. È l'economia della malattia.

L'economia della malattia è tutta intorno a te

Probabilmente ne sei partecipe, e se pensi di non esserlo, verifica ancora, poiché lo è quasi chiunque. Ci vuole un'azione di grande autodeterminismo e coraggio per liberarsi dall'economia della malattia ed essere un membro produttivo della società. È una cosa rara da vedere. Poche persone che ho conosciuto, o che conosco oggi, sono davvero membri produttivi della società che fanno qualcosa di utile a beneficio degli altri esseri umani.

Sai chi sono alcune di queste persone? I coltivatori biologici. Ci sono persone che rispetto profondamente le quali stanno facendo davvero qualcosa di utile per gli altri. È qualcosa di difficile, faticoso, qualcosa che un sacco di gente non farebbe. Nella società ci sono persone produttive, e se in futuro vogliamo avere successo come economia - o perfino come nazione - dovremo aumentare il numero di persone che vivono facendo qualcosa di utile, non qualcosa che si basa semplicemente sulla malattia.

Vedi, pensare che il denaro speso per la cura della malattia sia una produttività economica è in realtà una credenza errata. Ecco un esempio: se vogliomo creare posti di lavoro nel paese, ho un piano brillante per farlo. Innanzitutto assumiamo metà nazione per rompere i vetri delle finestre. Diamo a tutti loro dei martelli. Il loro lavoro consiste nell'andare in giro per tutto il paese e rompere le finestre. Quindi assumiamo l'altra metà della nazione per riparare le finestre. Il loro lavoro consiste nell'andare in giro e riparare tutte le finestre che sono state rotte dai rompi-finestre. Se si fa così avremo piena occupazione! Sembra insensato, vero? Ma è ciò che sta accadendo oggi con la salute.

Abbiamo persone che guastano la salute. Lavorano per le società farmaceutiche, per le aziende di junk food e per le strutture mediche. Abbiamo relativamente poche persone che sono guaritori. Dobbiamo modificare questo rapporto così da avere in questo paese meno guastatori e più guaritori della salute. Questo è il motivo per cui sono molto felice di vedere aumentare la popolarità dei terapeuti massaggiatori, degli erboristi, dei nutrizionisti, dei medici dell'agopuntura e naturopatici: persone che sono dei veri guaritori. Questo è ciò che dobbiamo fare in questo paese per invertire la tendenza. Dobbiamo basare l'economia sulla salute, sulla prevenzione della malattia e sull'istruzione della nostra popolazione così che la gente vivendo più a lungo può contribuire alla società in modo significativo.

Mi rendo conto che questo piano richiede che i nostri leader abbiano dell'immaginazione. Abbiamo bisogno di leader capaci di immaginare oltre questa generazione. Dobbiamo pensare ai prossimi cento anni o oltre. Non credo che nessuno a Washington stia considerando i prossimi cento anni. Stanno semplicemente guardando alle prossime elezioni.

Vota con i tuoi soldi

Puoi toglierti dall'economia della malattia. Sai come fare? Vota con i tuoi soldi. Smettila di finanziare queste società farmaceutiche, società di junk food, società che manifatturano prodotti tossici per la cura personale, società di pesticidi e compagnie petrolifere. Smetti di dare a loro i tuoi soldi. Li privi della crescita economica votando con i tuoi soldi. Vai da qualche altra parte.

Acquista cibo di aziende biologiche alla tua cooperativa alimentare locale oppure al mercato agricolo. Acquista prodotti per la cura personale onesti, fatti con ingredienti naturali, come il sapone del Dr. Bronner. Riduci la tua dipendenza dal carburante. Inizia ad andare in bicicletta piuttosto che accendere ogni volta la tua automobile. Puoi modificare il tuo comportamento, e puoi modificare gli effetti dei tuoi soldi. Puoi aiutare a ribaltare questa economia della malattia e trasformarla in un'economia salutare.

Io, tu e le centinaia di migliaia di persone che leggono questo articolo dobbiamo decidere un acquisto alla volta per cambiare questo mondo, poiché il denaro è l'unico modo per cambiarlo. Modificando il modo in cui scegliamo di spendere i nostri soldi, rimodelliamo il panorama societario. Rimodelliamo questa economia e la allontaniamo dall'economia della malattia. Presta attenzione alle tue azioni quando sei al registratore di cassa. Guarda nel tuo carrello della spesa. Chiediti: "In cosa sto investendo qui? Cosa sto sostenendo?" Impegna te stesso a fare cambiamenti positivi in modo da sostenere società, organizzazioni e individui che stanno facendo qualcosa di veramente positivo.

Se attualmente stai lavorando per una società farmaceutica, lascia il tuo lavoro e trova qualcosa di produttivo da fare. Trova qualcosa che effettivamente faccia del bene all'umanità e che non sia solo una frode scientifica e un commercio super-esagerato e artefatto.

Traduzione a cura della Redazione di NSOE


 Articolo interessante, vero? Ora, per "gioco", provare a fare un'analisi altrettanto schietta sul sistema televisivo dei talk-show, dei reality-show, dei programmi sulla salute, delle soap opera, dell'informazione spettacolar-terroristica dei telegiornali (a proposito, hai notato che dopo che i vari governi hanno stanziato cifre iperboliche per l'acquisto dell'inutile Tamiflu, nessuno parla più dell'aviaria? E hai mai fatto un calcolo dei presunti morti per aviaria in tutto il mondo? Probabilmente ne muoiono di più negli incidenti stradali di un singolo weekend sulle nostre strade italiane ... ma chi se n'è accorto?). In questo "gioco" prova a sostituire "economia della malattia" con "economia del nulla" e guarda cosa succede. Buon divertimento!

Categoria