Miracoli della tecnologia moderna

Pubblicato da Redazione il 23 Dicembre 2006
Rubrica:

Le due facce della medaglia tecnologica. In questa vignetta, e nel relativo commento, Mike Adams esprime alcune considerazioni che fanno meditare, ma solo quelli che ne sono ancora capaci!


Image
Miracoli della tecnologia moderna

Tratto da www.newstarget.com
Le vignette di Counterthink sono parodie o commenti satirici di NewsTarget su vari argomenti che riteniamo siano di interesse pubblico e vengono proposte conformemente alla Libertà di Parola nell'ambito della protezione del Primo Emendamento della Costituzione USA.

La tecnologia, non è meravigliosa? Ci fa fare più cose in minor tempo e con meno sforzo. In qualche modo questa è una buona cosa. Ma in altro modo, ci rende pigri. Quando accendiamo lo schermo gigante al plasma nel nostro soggiorno e lasciamo che i notiziari della sera riempiano le nostre menti con pseudo-notizie-spazzatura, credo che siamo andati troppo oltre.

Troppo spesso nella società moderna diventiamo pigri e usiamo la tecnologia come una stampella. Un giorno ho visto un uomo guidare una di quelle motorette per "disabili" lungo il marciapiede. A un certo punto le ruote di un lato della motoretta uscirono dal bordo del marciapiede, ed entrambi, la motoretta e l'autista, iniziarono ad inclinarsi rovesciandosi direttamente nel traffico che sopraggiungeva. Con mia grande sorpresa, l'uomo balzò fuori dalla sua motoretta, atterrò sulle sue gambe alquanto capaci e riuscì a riportare la motoretta sul marciapiede.

Ero stupefatto. Pensai: «Perché un uomo che può camminare benissimo usa una motoretta palesemente intesa per persone fisicamente invalide?» La risposta era ovvia: perché è pigro. Preferisce che un pezzo di tecnologia motorizzata cammini per lui. E se mantiene l'abitudine a lungo, i muscoli delle sue gambe si atrofizzeranno, le sue ginocchia e le anche perderanno la loro flessibilità, e creerà proprio l'invalidità che in questo momento sta simulando. (Capisco perfettamente che molte persone sono fisicamente invalide e hanno bisogno di queste motorette. I miei commenti qui sono diretti a quelli che non ne hanno bisogno ma che le usano comunque.)

Allo stesso modo è vero per quanto riguarda gli effetti sul cervello causati dal guardare la televisione. Se una persona intelligente guarda la televisione per molte ore al giorno, mese dopo mese, diventerà stupida. Come mai? Perché la TV è passiva, non richiede l'esercizio del cervello (proprio come è passiva la motoretta che non richiede l'esercizio delle gambe).

La differenza è che molte persone che guardano un sacco la televisione PENSANO ancora di essere intelligenti e ben informati poiché occasionalmente si imbattono in qualche notiziario. Ma perfino guardare le notizie non richiede alcun pensare: i "fatti", le conclusioni e la propaganda sono tutti preconfezionati per gli spettatori, quindi vengono versati nei loro cervelli tramite schermi televisivi giganti.

Le persone intelligenti ottengono le loro informazioni mediante mezzi ATTIVI: leggendo, principalmente. Leggono libri, siti web, giornali e riviste. Possono guardare la TV di tanto in tanto, ma essa non domina la loro pianificazione giornaliera. Le persone in buona salute usano i propri arti per il trasporto personale ogniqualvolta è possibile, incluso camminare e andare in bicicletta. Possono persino usare certi tipi di tecnologia - come un exercise tracker GPS - per migliorare il loro allenamento fisico.

Per cui la tecnologia, di per sé, non è né buona né cattiva. Lo è il modo di usarla che scegliamo. Quando usiamo la tecnologia per espandere la nostra comprensione del mondo, o per migliorare la nostra salute personale, o per stare informati in un modo che mantiene il cervello attivo, allora la tecnologia è buona. Ma quando usiamo la tecnologia come una pigra stampella, consegnando i nostri sforzi a una macchina che fa troppo lavoro al nostro posto, la tecnologia ci rende stupidi.

In che modo scegliamo di usare la tecnologia sta a noi.

Categoria