Confronto tra Germania nazista e Stati Uniti

In genere gli storici si riferiscono alla IG Farben della Germania nazista, dove venivano compiuti di routine orribili esperimenti medici su civili innocenti, come la personificazione della cattiva medicina. La maggior parte delle persone accettano per vera la storia dell'IG Farben, tuttavia quelle stesse persone sono riluttanti ad ammettere che la moderna industria farmaceutica dei nostri giorni non solo discende direttamente dall'IG Farben, ma persegue molte delle stesse pratiche inumane.

In questa tabella comparativa, diamo uno sguardo ravvicinato alle similitudini tra gli esperimenti medici compiuti nella Germania nazista e le pratiche odierne di Big Pharma negli Stati Uniti. I tempi sono cambiati e la sperimentazione medica ha un volto più gradevole, ma è sempre la stessa orribile pratica di sfruttare i cittadini più vulnerabili della società per dei veri e propri esperimenti criminali con i farmaci.

Leggi Human Medical Experimentation Timeline per avere un quadro ampio sulla vera storia degli esperimenti umani nella medicina moderna.

Tabella di comparazione degli esperimenti medici sugli umani: Germania nazista contro l'odierna Big Pharma

Allora: nella Germania nazista Oggi: negli Stati Uniti
IG Farben Big Pharma
Consiglio della Chimica Americano
Campi di concentramento Centri di test per farmaci sperimentali.
Case dei bambini di New York City (durante la fine degli anni '80 e i '90).
Per lo studio CHEERS proposto dall'EPA (Children's Health Environmental Exposure Research Study): centri di cura a Duvall County, Florida.
Dottori delle SS "Clinici malamente addestrati e senza licenza".
Personale nelle Case dei bambini di New York City.
Detenuti nei campi di concentramento (Ebrei - incluso bambini ebrei, zingari, omosessuali, individui mentalmente malati, individui mentalmente ritardati) Soggetti di test di farmaci sperimentali (povera gente - incluso bambini di famiglie povere, bambini orfani e adottati; immigrati; individui mentalmente malati o ritardati che non sono in grado di mantenere un lavoro regolare).
Per CHEERS: bambini nati in famiglie povere, di minoranze.
Scienziati dei campi di concentramento che obbligano i detenuti a ingerire pillole e polverine, o che semplicemente gliele iniettano Fornire ai potenziali soggetti dei test dei "moduli di consenso informato" che consistono in lunghi moduli scritti in un linguaggio che non possono comprendere (sia perché sono immigrati o sia perché sono scritti in un oscuro gergo tecnico).
Nelle Case dei bambini di New York City: bambini non condiscendenti forzati ad assumere farmaci sperimentali per l'AIDS somministrando loro il medicamento tramite tubi inseriti nello stomaco.
I soggetti dei test "pagati" per l'utilizzo dei loro corpi permettendo loro di vivere Secondo i giornalisti di Bloomberg, Evans and Michael Smith, i soggetti di test che vanno nei centri per farmaci sperimentali vengono pagati per l'utilizzo dei loro corpi "da un minimo di 25 dollari al giorno fino a un massimo di 6.900 dollari per sette mesi".
Per le famiglie a basso reddito che prendono parte al CHEERS proposto dall'EPA: 970 dollari, una videocamera gratuita, una T-shirt e un attestato di stima incorniciato.
Le aziende "figlie" della IG Farben come la Bayer hanno lavorato con il governo tedesco per istituire un fondo di compensazione per i sopravvissuti agli esperimenti medici nei campi di concentramento, ma alcuni sopravvissuti hanno sperimentato delle difficoltà nell'ottenere i soldi loro spettanti. SFBC (SFBC International): tre soggetti di test che rivelarono ai media i particolari del potenziale sfruttamento tramite i test di farmaci sperimentali da parte dell'industria, furono minacciati con l'espulsione se non avessero firmato delle dichiarazioni che negavano la validità degli articoli risultanti.
ACS (Agency for Children's Services) di New York City: nonostante abbiano negato apertamente di aver commesso atti illeciti, i funzionari dell'ACS hanno analizzato i propri archivi per verificare le informazioni sull'estensione e l'etica dei test con i farmaci sperimentali per l'AIDS su bambini adottati e hanno ingaggiato l'Istituto di Giustizia Vera per condurre una revisione indipendente. (A questo proposito si veda l'esposto fatto alla FDA dalla Alleanza per la Protezione della Ricerca Umana - ALLIANCE FOR HUMAN RESEARCH PROTECTION - che già nel 2004 denunciava l'utilizzo di bambini ospitati nei centri di accoglienza dell'ACS per esperimenti sull'AIDS)

NewsTarget.com 7 marzo 2006, di Dani Veracity

Traduzione a cura della Redazione di NSOE.