Il Boom Economico

Pubblicato da Redazione il 3 Dicembre 2006
Rubrica:

Ecco un'altra vignetta, creata e commentata da Mike Adams, che spiega con la forza tagliente della satira come funziona in realtà l'economia intesa dal gotha politico-finanziario: il profitto ad ogni costo viene prima di qualsiasi valore etico.


Image
vignetta Business is booming

Tratto da www.newstarget.com
Le vignette di Counterthink sono parodie o commenti satirici di NewsTarget su vari argomenti che riteniamo siano di interesse pubblico e vengono proposte conformemente alla Libertà di Parola nell'ambito della protezione del Primo Emendamento della Costituzione USA.

Al giorno d'oggi, circa un quinto dell'economia USA si basa sulla cura della malattia o sulla fornitura della cosiddetta "assistenza sanitaria". La tendenza è persino in aumento. Nei prossimi dieci anni la nostra economia registrerà la spesa di un dollaro su quattro per la malattia. È di gran lunga la più alta percentuale di PIL spesa per la malattia da ogni nazione nel mondo.

Se guardi a tutti i numeri dal punto di vista di un economista, potresti concludere che "l'economia è in forte espansione!". Ma che tipo di economia è in realtà?

Questa vignetta illustra graficamente ciò che io chiamo "Economia della malattia". Si tratta di una economia basata su tutte le varie attività e industrie che provocano la malattia, combinate con quelle che la curano.

Negli USA inizia con le industrie chimiche e le società di junk food (cibo stuzzicante ma non molto sano, merendine - ricche di grassi e povere di vitamine, ndt) i cui prodotti favoriscono in modo diretto cancro, diabete, malformazioni congenite, disturbi del sistema nervoso e disturbi "misteriosi" come la Sindrome di Affaticamento Cronico. Poi entrano in azione le industrie (a scopo di lucro) per la gestione della malattia come ospedali, cliniche mediche, centri per il cancro e industrie farmaceutiche, dove in realtà nessuna malattia viene mai curata, bensì viene "gestita" o "controllata" allo scopo di trarre profitto da persone malate per tutta la vita. Infine, si conclude con l'altamente proficua "industria mortuaria" che include le tombe e il business dei trapianti di organi.

Metti tutto quanto insieme e avrai un'economia che sulla carta sembra fantastica ma che in realtà è disastrosa per la qualità della vita della gente reale. Quando l'economia genera profitto a spese della salute pubblica, c'è un danno netta per la gente. I politici possono stare davanti al podio e proclamare che l'economia sta andando bene, ma in realtà la gente è sempre più malata, dipendente da farmaci, vive nel dolore cronico ed è sull'orlo dell'insolvenza a causa dei costi sanitari.

Poco più di un anno fa scrissi la storia popolare Welcome to the Town of Allopath che spiega tutto questo come una fiaba. È una lettura divertente ed è stata piuttosto popolare sul web.

In che modo risolviamo questo pasticcio?

Nel momento in cui ci spostiamo in avanti e cerchiamo di creare una società più felice e più sana per le generazioni future, la domanda che dovremmo chiederci è: "Quali sono le attività sinceramente utili ad un benessere maggiore?" Non è più accettabile che delle singole società generino profitti imponenti per loro stesse a spese di chiunque altro. I profitti devono essere bilanciati con la responsabilità sociale e, idealmente, l'intero modello lucrativo di assistenza sanitaria dovrebbe essere smantellato e sostituito da uno che cerca di mantenere sana la gente e di prevenire la malattia piuttosto che aspettare che le persone diventino centri di profitto dominati dalla malattia a favore di società avide e burocrati corrotti.

Negli Stati Uniti, se noi ci concentrassimo sulla prevenzione della malattia piuttosto che sui profitti dalla malattia, abbatteremmo i costi dell'assistenza sanitaria di un enorme 90 percento in una singola generazione, mentre incrementeremmo radicalmente la salute, la felicità e l'abbondanza degli americani. Naturalmente Big Pharma non permetterà mai che ciò accada. Il cancro è semplicemente troppo proficuo per permettere a chiunque di prevenirlo effettivamente, che è il motivo per cui l'FDA ha fatto oggetto di irruzioni, perseguito o in altri modi screditato chiunque abbia offerto un prodotto o una cura naturali per il cancro.

Bisogna tenere quell'economia fluente! È l'economia della malattia, e la sua salute dipende dalla malattia. Pensa quante persone nell'industria del cancro perderebbero il loro lavoro se noi prevenissimo davvero il cancro in questo paese! (che, per inciso, è veramente facile da prevenire).

È per questo che non si deve mai permettere la prevenzione della malattia. Almeno, non mentre Big Pharma, la FDA e l'Associazione Medica Americana sono al potere. L'attuale monopolio medico fermerà qualsiasi nonnulla per proteggere il racket farmaceutico che domina la medicina oggi.