Prozac, il dossier scomparso: «Aggressività e rischio suicidi»

Da anni vengono denunciati gli aspetti dannosi del Prozac. Anche NSOE ha fatto e fa la sua parte (vedi articoli nella sezione Psicofarmaci, ecc). Ora è stato ritrovato un dossier da dieci anni "opportunamente occultato". Intanto, chi sapeva si dichiara "non sorpreso", mentre gli "esperti" insistono nel dire che può essere utile (a chi: ai pazienti oppure alle loro tasche?).

USA, il Prozac ai bambini

Lo psicoterapeuta infantile Federico Bianchi di Castelbianco boccia l'uso del famoso antidepressivo per i più piccoli. «Non c'è base scientifica che giustifichi queste scelte. I figli vanno ascoltati, non serve cercare scorciatoie»

Una pillola per dimenticare i ricordi dolorosi

Alla fine della Seconda Guerra Mondiale lo psichiatra simbolo di MKULTRA, Donald Ewen Cameron, suggerì ad Allen Dulles, futuro direttore della CIA e fautore dell'MKULTRA, di trattare ogni sopravissuto tedesco di età superiore ai 12 anni con l'elettroshock, in modo da eliminare le restanti vestigia del nazismo. A sessant'anni di distanza la farmacologia psichiatrica ha trovato il modo di "cancellare" i ricordi grazie ad una vecchia pillola (creata negli anni '50) che ottiene gli stessi risultati auspicati da Cameron.

SSRI – Tabella dei produttori

La seguente tabella, tratta dal Repertorio Farmaceutico Italiano - 12a edizione - 2002, è un elenco di antidepressivi SSRI legalmente somministrati in Italia. Hanno più o meno gli stessi "efetti collaterali" o "effetti indesiderati", e per alcuni di loro il testo riportato dal Repertorio Farmaceutico Italiano è identico, parola per parola, a quello del Prozac, l'antidepressivo più noto e più venduto.

Lo shopping è una malattia

Pubblichiamo l'ultima invenzione psichiatrica in campo salutistico: da ora è vietato spendere, pena la diagnosi/sentenza di malattia mentale. Gli unici acquisti autorizzati sono quelli di psicofarmaci. Sic! A conferma di quanto sostenuto dal prof. Thomas Szasz: la malattia mentale è un'etichetta strategica!

Impotenza femminile, mito creato per vendere farmaci

All'articolo-denuncia di una pratica usata ed abusata dal "racket" farmaceutico per aumentare i propri profitti a scapito della salute pubblica, fa seguito un articolo in cui la dottoressa Alessandra Graziottin tenta di "stemperare" la notizia. La Graziottin è anche l'esperta che qualche giorno fa (ottobre 2005), interpellata da Emilio Fede sul dilagare della depressione, ha avallato la notizia rassicurando l'audience del TG4 sulla natura biologica, quindi scientificamente provata, del "male oscuro".

La bugia «scientifica» della psichiatria

Nell'articolo sul caso Lipobay abbiamo appreso che «Le indagini hanno anche portato alla scoperta di una "lobby" di professori e giornalisti specializzati in argomenti sanitari che, nel '91, doveva promuovere il Lipobay sul mercato italiano. La multinazionale tedesca avrebbe «organizzato» una squadra di «fiancheggiatori» allo scopo di creare, attraverso ricerche scientifiche e articoli su giornali e riviste, un movimento d'opinione favorevole al farmaco».

Conflitto di interesse e gruppi di interesse speciale

Tratto da: Osservatorio Italiano Salute Mentale

Psychotherapy and Psychosomatics
vol. 70, n. 1, gennaio-febbraio 2001 (Karger)
di Giovanni A. Fava, Professore di Psicologia Clinica all'Università di Bologna

Lettera al Senato

Lettera inviata dal Dott. Fred A Baughman al Senato della California a proposito dell'ADHD e dell'inganno attuato dai suoi promotori e dai promotori delle malattie mentali in genere.

Malattie rare in offerta speciale

Da: Il Manifesto

03 dicembre 2002, di Marco D'Eramo

Ansia generica o sociale, disordine da stress post traumatico, shopping compulsivo: le multinazionali del farmaco inventano nuove sindromi per vecchie medicine. Un sistema geniale per fare affari. E negli Stati uniti legioni di psichiatri televisivi sono già al lavoro: arrendetevi, siete tutti ammalati.

Condividi contenuti