Società

Il Grande inganno: da Maastricht a Lisbona

Premessa

Nel corso di questi anni ho scritto diversi articoli sottolineando alcune sentenze o leggi che, a mio parere, presentavano diverse anomalie:

La Banca di Hitler diventa globale

Mentre la nostra politica è alle prese con escort, trans, coca e chissà cos'altro, Draghi, personaggio dal nome quanto mai sintomatico, tira le fila della cricca bancaria mondiale e detta ai governi le regole del "buon vivere". L'articolo seguente illustra bene lo scenario del potere. Al termine c'è una soluzione e un'esortazione: si riferiscono alla situazione americana, ma possono benissimo essere adottate e adattate a quella italiana.

Berlusconi: il solito teatrino, o c'è dell'altro?

Berlusconi è palesemente sotto pesante attacco e le bordate arrivano quasi simultaneamente e da più direzioni: escort e festini, lodo Alfano cassato, 750 milioni di euro di 'multa'

John Travolta dice che il figlio era autistico

John TravoltaJohn Travolta, che sta testimoniando in un caso di tentata estorsione ai suoi danni per 25 milioni di dollari, questa settimana ha rivelato che suo figlio, morto quest'anno a causa di una crisi, era affetto da autismo. Travolta ha testimoniato che il figlio Jett, di sedici anni, soffriva di gravi crisi ogni 5-10 giorni e che per ristabilirsi dormiva 12 ore dopo ogni crisi.

Goodbye America

Wegelin, è la più antica delle banche svizzere (1741). Nel seguente bollettino si toglie qualche sassolino dalla scarpa sulle subdole intenzioni del governo Affama (sinonimo ironico di Obama). Se fosse la solita newsletter cospirazionista a raccomandare di stare alla larga dagli USA non sarebbe una novità, ma quando lo fa il più antico banchiere svizzero... È affascinante, ne consigliamo la lettura.

Un segreto terribile

Pubblichiamo la traduzione di questo "segreto terribile" che sta per modificare sensibilmente le nostre vite. Leggilo con attenzione e, se lo ritieni opportuno, diffondilo più che puoi. In fin dei conti un segreto è tale solo se non lo si conosce.

Audizione di Lyndon LaRouche

Beh, siamo arrivati al capolinea… quasi, e nel silenzio pressoché generale: il baccano, come al solito, verte in tutt’altra direzione (http://www.agoravox.it/Pentole-in-piazza-e-giornalisti.html).

I dati e  l’analisi seguente vanno strillati in tutte le direzioni fino a quando chi ancora non sa sappia, e chi dorme coccolandosi in sogni beati si svegli: qui bisogna fare quadrato e salvare il salvabile. È da un po’ che lo vado dicendo (http://www.agoravox.it/La-riorganizzazione-fallimentare-e.html).

Intervista esclusiva con Gerald Celente, esperto nella previsione del futuro

Quando nel 2010 fallirà la ripresa dalla Più Grande Depressione, finirà il mondo che conosciamo

Diversi giorni fa Human Events (humanevents.com) ha avuto l'opportunità di intervistare lo straordinario esperto in previsioni Gerald Celente, Presidente del Trends Research Institute; il futuro che lui prevede appare effettivamente tetro.

Declino e caduta dell'Impero Americano

"Il declino di Roma fu la conseguenza naturale e inevitabile dell'eccessiva grandezza. Il principio della decadenza maturò nella prosperità. Le cause della distruzione si moltiplicarono con l'estensione delle conquiste e, appena il tempo o il caso eliminarono i sostegni artificiali, la stupenda struttura cedette sotto la pressione del proprio peso."

Edward Gibbon – Il declino e la caduta dell'Impero Romano

Regola aurea?

Oggi ho capito il modo marcato, netto e cristallino una cosa: siamo schiavi. Ma non come viene comunemente da pensare "schiavi degli altri" (magari anche), bensì, principalmente, "schiavi di noi stessi" e nessuna riforma politica, economica o culturale ci potrà mai rendere liberi e felici, poiché la ragione prima e la causa prima delle nostre schiavitù risiede dentro di noi e ognuno ha la sua, differente ma tanto uguale a quella di chiunque altro.

Condividi contenuti