Psichiatria

Un altro caso psichiatrico alla base della strage in Virginia

Un'altra strage è compiuta. Un altro giovane assassino che era stato oggetto di "cure psichiatriche". Dicono che fosse strano, ma di gente strana ce n'è in giro parecchia, eppure non commette le azioni orribili che invece commette "la gente strana curata dagli psichiatri". Ci hai mai fatto caso? Hai mai fatto caso che anche in Italia, oramai, i casi di omicidi folli sono compiuti da persone che erano "in cura psichiatrica"? Prima viene "la cura", poi la follia omicida... solo coincidenza? No, no, no! È il risultato dell'ideologia e della terapia psichiatrica.

ADHD: dati-soldi-mercato

Quella del 2007 sarà ricordata come una primavera particolarmente ricca di "buoni frutti" per la psico-farmacopea italiana. Dopo l'approvazione del Ritalin è venuto il turno del Prozac somministrato ai bambini di 8 anni. L'orgiastica sequela di sdoganamento di trattamenti per curare i nostri bambini a base di potentissime droghe (chiamate inappropriatamente farmaci) è un chiaro sintomo di quanto sia caduta in basso la nostra società.

Bambini vittime innocenti di un pericoloso business

La macchina del marketing psichiatrico è all'opera. Mentre l'8 marzo 2007 ha dato notizia della reintroduzione in Italia del Ritalin rassicurando che "non ci saranno abusi", in data 12 marzo 2007 sono comparsi articoli "scientifici" che informano della possibilità di "Spazzare via i brutti ricordi" tramite un farmaco (bisogna essere felici, cancelliamo i brutti ricordi e magari prendiamo pure la pillola della felicità, alias il Prozac - su NSOE avevamo già dato notizia della pillola per dimenticare circa un anno e mezzo fa), mentre un'altra "scoperta mirabolante" ha trovato che "L'umore adolescenziale è colpa di un ormone", per cui con la pillola appropriata potremo avere ragazzi tranquilli, senza "pericolosi sbalzi di umore", senza ribellioni né strane rivendicazioni: tutti in fila per tre da bravi bambini, magari con l'aiuto della genetica tutti con i capelli biondi e gli occhi azzurri, proprio come voleva il "profeta Adolf". Qui di seguito pubblichiamo l'allarme sulla reintroduzione del Ritalin lanciato dal Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani, che da quasi quarant'anni si batte contro gli abusi psichiatrici.

L'ennesimo infanticidio: Mancanza di vero aiuto

Ancora una madre che uccide il proprio figlio. Si legge sui giornali "Eccessi d'amore e di solitudine, depressione e medicine, incomprensioni e richieste d'aiuto..." (http://gazzettino.quinordest.it/). Ennesimo fatto di cronaca perpetrato da una persona che cercava aiuto e ha trovato la psichiatria.

Grande truffa alle assicurazioni

Ogni anno negli USA le assicurazioni vengono defraudate di 69 miliardi di dollari in nome della salute mentale. Migliaia di bambini e adulti vengono internati per trattamenti di cui non necessitano. Secondo un'investigazione del deputato USA Patricia Schroeder: «Gli ospedali assumono cacciatori di taglie per individuare pazienti che possiedono assicurazioni sulla salute mentale, che vengono rinchiusi contro la loro volontà, finché i benefici dell'assicurazione non siano esauriti».

Psichiatria e religione – Nuovi orizzonti dell’omologazione

Si potrebbe dire che ciò che accomuna la psichiatria e la religione (intesa come istituzione ecclestica) è la fede. In entrambi i casi bisogna "credere" ai dogmi sanciti dai controllori della "verità", gli psichiatri e i preti. In entrambi i casi ci si deve accontentare - e si deve fare, appunto, un atto di fede - dei proclami del "clero teocratico" o del "clero psicocratico" e non bisogna chiedere le prove (poiché non ci sono) né della presunta verginità della Madonna né della presunta sintomatologia organica delle malattie psichiatriche.

La psichiatria moderna

Un'altra vignetta satirica di Mike Adams correlata dall'arguto commento dell'autore.

È giusto dottore?

Questo documentario è la testimonianza storica del reparto autogestito dell'Ospedale Lolli di Imola. Il dott. Giorgio Antonucci, primario dell'ospedale, illustra la storia della psichiatria apportando la propria critica all'ideologia ed all'operato psichiatrico.

Il Manifesto di Szasz

Il Manifesto di Thomas Szasz, Professore di Psichiatria emerito presso lo Health Science Center, State University di Syracuse, New York, è un must per tutti coloro che hanno a cuore i diritti civili di uomini, donne e bambini. E lo è anche per coloro che ignorano tali diritti.

I legami finanziari tra psichiatria e aziende farmateutiche

Il New Scientist[1] e il Washington Post[2], due tra le più autorevoli riviste a livello mondiale, l'hanno recentemente reso noto. Dei 170 membri che collaborarono alla stesura del Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM), la cosiddetta "bibbia" psichiatrica, 95 di loro, più di metà, avevano legami con le industrie farmaceutiche, prima o dopo la pubblicazione. La percentuale sale al cento percento nel gruppo che lavorò ai disturbi schizofrenici, psicotici e dell'umore. Proprio i settori che secondo il Chicago Tribune hanno registrato la massima vendita di psicofarmaci, con un giro d'affari che nel 2004 si attestò a oltre 30 miliardi di dollari. Più è redditizio il mercato, maggiori sono i collegamenti.

Condividi contenuti